Swatch
Il nome "Swatch" è spesso frainteso come la contrazione delle parole "Swiss", svizzero, e "watch", orologio. Nicolas Hayek, patron dello Swatch Group, ha tuttavia affermato che la contrazione originale era quella di "second", secondo, e "watch", in quanto il nuovo tipo di orologio fu introdotto con un nuovo concetto, dallo stile casual, divertente e relativamente economico. La prima collezione di 12 modelli Swatch fu pubblicata il 1 marzo 1983 a Zurigo, Svizzera. Inizialmente il prezzo si trovava tra i 39,90 e 49,90 Franchi svizzeri, ma fu standardizzato a 50,00 nell'autunno dello stesso anno. L'obiettivo delle vendite fu impostato a 1 milione di orologi per il 1983 e di 2,5 milioni per l'anno successivo. Con una campagna di marketing aggressiva e un prezzo veramente ragionevole per un orologio fatto in Svizzera, guadagnò subito popolarità sul mercato locale. Paragonato agli orologi convenzionali, uno Swatch era dell'80% più economico da produrre, grazie all'assemblaggio completamente automatizzato e alla riduzione del numero di parti da una cifra normale di 91 a solamente 51 componenti. Gli swatch hanno raggiunto il picco di popolarità negli Stati Uniti durante la metà degli anni Ottanta, quando vennero fondati una serie di "Swatch Stores", cio dei negozi che vendevano unicamente orologi Swatch. Negli anni Ottanta divenne di moda portare due swatch o usarli per legarsi i capelli a coda di cavallo. Per alcuni modelli, come gli Pop Swatch, era possibile attaccarli direttamente ai vestiti. In questi stessi anni Swatch introdusse l'idea di associare gli orologi ad artisti famosi, come ad esempio Keith Haring, dando così un nuovo spessore a quello che fino ad allora era stato solo un accessorio per giovani.

torna indietro